Sei nella pagina Letteratura

Selettore lingua



Letteratura

a cura di Renato Nisticò

La collezione di letteratura (che comprende più di 40.000 volumi, di cui 4000 le miscellanee) è situata al secondo piano del Palazzo del Capitano; ad essa è aggregata la collezione di letterature straniere situata al piano terra. Sono da ricomprendervi inoltre le sezioni relative alla disciplina di vari fondi privati tra cui i fondi Arnaldo Momigliano, Vittore Branca, Sebastiano Timpanaro, fisicamente separate, nonché le pubblicazioni relative ad altri fondi privati, tra cui i fondi Paul Oskar Kristeller, Delio Cantimori, Antonio Russi, invece rifuse in essa.

Il nucleo principale della collezione è costituito anzitutto da una sezione di “Teoria della letteratura e della critica letteraria”, alla quale sono annesse sottosezioni riguardanti aspetti teorici generali della prosa, della poesia e della critica tematica. Seguono poi le sezioni relative alle “Letterature universali e comparate”, nelle loro varie partizioni disciplinari e di area, nonché una piccola ma significativa sezione di “Letteratura infantile didattica”. Segnaliamo inoltre la sezione di “Filologia romanza”, comprendente anche la letteratura provenzale moderna e contemporanea. Seguono le sezioni di "Letteratura italiana", che nella sua prima parte dispone di repertori e strumenti di consultazione: bibliografie, manuali, anche di stilistica e metrica, storie letterarie nazionali e regionali,; segue infine una sezione di teatro e le antologie di vario genere, comprese quelle relative a riviste letterarie.

Una seconda parte, il cuore dell'intera raccolta, comprende i vari autori della letteratura italiana disposti in ordine alfabetico, al loro interno suddivisi secondo una griglia che vede in primo ordine i testi, le opere degli autori nelle loro varie edizioni, comprese, in molti casi, quelle critiche e quelle “nazionali” (letteratura primaria), ivi comprese bibliografie, biografie, atti di convegni, traduzioni etc.; e, di seguito alla precedente, quella dei commenti testuali e degli studi critici dedicativi (letteratura secondaria).

Infine un'ultima parte raggruppa i saggi generali di letteratura italiana, nonché una sezione dedicata alla storia della critica letteraria italiana e alla letteratura secondaria sui critici e sugli studiosi italiani della disciplina.

Allo stesso modo risultano organizzate le sezioni relative alle letterature di altra lingua, di dimensioni più modeste (perché la Scuola Normale non attiva al suo interno seminari, cioè insegnamenti di filologia e letteratura straniere).

All'interno della collezione di letteratura sono ricompresi inoltre altre due importantissimi fondi librari privati acquisiti dalla Scuola, quello di Francesco Flamini e quello di Michele Barbi .

È disponibile inoltre, nella Sezione Periodici, una ricca e aggiornata collezione di riviste di letteratura e un repertorio di risorse Internet per la letteratura

[pagina creata: 13-07-2004 - ultima modifica: 15-04-2016]