Sei nella pagina Riproduzioni effettuabili in sede

Selettore lingua



Riproduzioni effettuabili in sede

Diritto d’autore e usi consentiti

Le riproduzioni dei materiali a stampa sono consentite nel rispetto dei limiti imposti dalla legge sulla protezione del diritto d'autore (L. 633/1941 e successive modifiche e integrazioni, in particolare gli artt. 68-71, 87-92). 
È possibile fotocopiare ciascun volume o fascicolo di periodico in misura non superiore al 15%, escluse le pagine di pubblicità. È possibile il superamento di questa quota solo nel caso di opera fuori dai cataloghi editoriali o non più coperta da diritti economici.
Gli spartiti e le partiture musicali sono comunque esclusi dalla riproduzione.
Per le riproduzioni digitali si ricorda che secondo la legge:

  • la possibilità di fotocopiare opere protette da diritti nel limite del 15% di ciascun volume non si estende alle riproduzioni digitali e alle fotografie
  • è quindi libera la riproduzione digitale delle sole opere di pubblico dominio, non più tutelate da diritti economici; normalmente i diritti economici scadono dopo 70 anni dalla morte dell’autore.

Gli utenti saranno ritenuti interamente responsabili delle eventuali violazioni di legge da essi compiute all’interno della Biblioteca e delle relative conseguenze civili e penali.
Per quanto riguarda i materiali manoscritti, la riproduzione è soggetta, oltre che alla normativa vigente sul diritto d'autore, anche a quella sulla privacy, al Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi storici, G.U. n.80, 5 aprile 2001, e al Codice dei beni culturali e del paesaggio, Dlgs. 42/2004.
Le riproduzioni effettuate possono essere utilizzate solo per uso personale di studio e ricerca. Qualora le riproduzioni siano destinate alla pubblicazione è sempre necessaria l'autorizzazione preventiva della direzione della Biblioteca.
I materiali del fondo Timpanaro sono esclusi dalla riproduzione con qualsiasi mezzo.
La riproduzione, compresa quella fotografica, di materiale antico, raro e manoscritto non in libero accesso deve essere preventivamente autorizzata dalla Direzione, compilando l’apposito modulo e dichiarandone l’uso.  

Fotocopie, scansioni e stampe dalle postazioni pubbliche

Presso tutte le sedi della Biblioteca sono disponibili dispositivi multifunzione da utilizzare in modalità self service.
Gli utenti affiliati SNS possono usare il badge già in dotazione, dopo averlo inizialmente associato al proprio account tramite i totem di ricarica dislocati presso le sedi di Palazzo dell’Orologio e Palazzo del Capitano.
Gli utenti esterni possono usufruire del servizio registrandosi tramite i totem di ricarica dislocati presso le sedi di Palazzo dell’Orologio e Palazzo del Capitano. Dopo la registrazione, potrà essere acquistata al costo di 1 euro presso gli stessi totem l’apposita tessera, che dovrà essere successivamente associata al proprio profilo.
Stampe e fotocopie hanno un costo di € 0,033 per il formato A4 e di € 0,066 per il formato A3; le scansioni hanno un costo di € 0,010.
I badge e le tessere devono essere caricati con la somma desiderata tramite i totem di ricarica, che accettano monete a partire da € 0,10 e banconote da € 5,00 fino a € 50,00.
Si ricorda che gli utenti sono tenuti a riportare presso il settore di appartenenza i volumi prelevati.
Da ogni postazione pubblica è possibile lanciare stampe a pagamento, che vengono dirottate sui dispositivi multifunzione. Per maggiori dettagli, si veda la pagina delle istruzioni. Il costo di una stampa è uguale a quello di una fotocopia.

Scansione tramite scanner planetario

Il servizio è riservato agli utenti affiliati alla Scuola Normale.
Lo scanner planetario è disponibile presso la sede del Palazzo del Capitano ed è destinato esclusivamente alla riproduzione del materiale posseduto dalla Biblioteca che non può essere scansionato tramite le multifunzione.
Il servizio, gratuito, è disponibile in modalità self-service solo su appuntamento (anche qualora non si necessiti di istruzioni da parte del personale), scrivendo all'indirizzo scansioni@sns.it.
Le scansioni possono essere salvate solo su chiavetta USB.

Riproduzioni fotografiche

Nei limiti consentiti dalla normativa vigente, è consentita la riproduzione fotografica dei materiali.
La Biblioteca non offre tale servizio, pertanto gli utenti dovranno utilizzare apparecchi propri.
L'uso del flash è sempre vietato, per motivi di tutela e di conservazione.

Microfilm e microfiche

Presso la sede del Palazzo del Capitano è disponibile un lettore-scanner per la riproduzione digitale di microfilm e microfiche.
Il servizio è gratuito ed è disponibile in modalità self-service. Per l’eventuale assistenza da parte del personale si prega di prendere appuntamento scrivendo a mcf@sns.it.
I file devono essere salvati su penna USB. Non è possibile effettuare stampe cartacee.

Usi consentiti
I microfilm e le microfiche appartenenti alle collezioni della Biblioteca contengono riproduzioni di documenti posseduti da altre istituzioni, che le forniscono a condizione che siano utilizzate solo per fini personali di studio.
Di conseguenza, anche le riproduzioni digitali delle microforme sono destinate esclusivamente ad usi personali di studio e di ricerca. In assenza dell’autorizzazione dell’istituzione proprietaria dei documenti originali ne sono vietate la pubblicazione e la diffusione in qualsiasi forma.

[pagina creata: 04-05-2004 - ultima modifica: 02-07-2020]