Sei nella pagina Edizioni antiche digitalizzate

Selettore lingua



Edizioni antiche digitalizzate

a cura di Barbara Allegranti

Nella sezione Edizioni antiche digitalizzate si dà notizia di alcuni progetti di riproduzione digitalizzata di edizioni antiche, realizzati o in corso di  realizzazione in Italia. La presentazione dei contenuti così come la terminologia utilizzata nelle definizioni dei singoli cataloghi si basa principalmente su notizie tratte dalle risorse stesse. Nell'indicare il collegamento  si è privilegiato l'accesso diretto al singolo catalogo  con l'eccezione dei casi in cui una pagina comune introduca a più  cataloghi  o progetti di una singola istituzione. Sono state indicate, a grandi linee, le biblioteche e i sistemi bibliotecari che partecipano ai progetti di digitalizzazione, la tipologia e il settore di interesse degli esemplari digitalizzati, con prevalente  attenzione  ai criteri e canali di ricerca specifici per il libro antico offerti all’utente.

Bibliotheca antiqua del Museo Aboca, Sansepolcro (Arezzo)
Catalogo in linea  per la consultazione di  testi botanici antichi e rari accompagnati da illustrazioni di piante medicinali.  I testi sono reperibili dalla maschera   Ricerca Libri  attraverso nome dell'autore, titolo o  tipologia  (botanica, chimica, cosmesi, farmacia etc.) e immagini di piante, mentre la maschera Ricerca Immagini botaniche offre la possibilità di visualizzare le tavole di alcune piante attraverso i nomi delle stesse. E' corredato di tre indici  relativi a tipologie, autori e titoli, assai utili in quanto dall'indice dei titolo è possibile accedere alla scheda  del  libro e leggerne la recensione mentre le schede dei singoli  autori, accessibili dall'indice autori, contengono   la biografia e un accenno agli interessi botanici specifici.  Il catalogo è scaricabile e consultabile in formato PDF.

AMS Historica, Università di Bologna.
Collezione di opere antiche e di pregio di Alma DL, la biblioteca digitale dell'Alma Mater Studiorum. Il progetto ospita le digitalizzazioni di libri, periodici, mappe, disegni di interesse scientifico, storico e culturale conservati presso le biblioteche e gli archivi dell'Università offrendo un unico punto di accesso ai documenti digitalizzati nell'ambito di diversi progetti scientifici realizzati nell'Ateneo.  Sono consultabili full text in formato JPEG o DjVu, cui si accede  attraverso una ricerca per titolo o autore:i  tredici opere a stampa di Ulisse Aldrovandi  conservate presso la Biblioteca Universitaria di Bologna e il Dipartimento di Biologia evoluzionistica, opere del fondo storico di architettura conservato presso la Biblioteca del Dipartimento di Architettura e Pianificazione Territoriale, alcune opere di geografia conservate presso il Dipartimento di Discipline Storiche Antropologiche e Geografiche, quattordici volumi di Giovanni Domenico Cassini, quattordici   volumi appartenenti al Fondo Antico del Dipartimento di Astronomia e otto opere di mascalcia appartenenti al Fondo Maestrini presso la Biblioteca di Medicina Veterinaria.

Biblioteca digitale Libro antico, Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
Fondo Magliabechiano.  Sono state catalogate circa 60.000 pubblicazioni antecedenti al 1830 e digitalizzate 215.000 immagini, di cui si può scorrere la lista. Le notizie e le immagini sono consultabili attraverso il catalogo in linea della  BCNF;
Discepoli di Galileo. Le edizioni a stampa di tutte le opere dei discepoli di Galileo di prima e seconda generazione (fino al sec. XVIII) digitalizzate grazie ad un progetto dell'Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturalisono attualmente  consultabili dal sito dell'IMSS .

Superba antiqua, Biblioteca universitaria Genova
Progetto di digitalizzazione di immagini e parti testuali di opere a soggetto antichistico-archeologico  dei  secoli XVI e XVII conservate nella Biblioteca Universitaria di Genova finalizzato alla creazione di un itinerario virtuale che, partendo dai libri e dalla 'libraria' gesuitica, rintraccia il 'gusto all'antica' in busti, statue e portali presenti sul territorio genovese. Oltre all'accesso alle opere digitalizzate è  disponibile un catalogo delle opere di antiquaria vari  percorsi virtuali.

Biblioteca digitale, Sezione di storia del diritto medievale e moderno, Università di Milano
Il progetto, in corso di esecuzione, prevede la digitalizzazione di circa 9000 opere a stampa dei secoli XV-XVIII appartenenti all'antica biblioteca del Senato di Milano di età spagnola e a diversi fondi minori antichi (Crociolani, De Simoni, Margarita, Crocetti e  Besta), accessibili sia da SBN  che dall'OPAC d'ateneo e di una raccolta di microfilm di manoscritti giuridici medievali e moderni  Attualmente la Biblioteca digitale si articola in due distinte banche dati relative ai  Gridari del Ducato di Milano del XVIII secolo, di cui è in corso la catalogazione e regestazione arricchita con le immagini in formato PDF  e alle Edizioni digitalizzate comprendente oltre 730 opere, alla cui consultazione full-text  si accede da un indice o dalla scheda bibliografica corrispondente.

BiD- Braidense in Digitale, Biblioteca Braidense di Milano
Biblioteca virtuale dei numerosi e importanti progetti di digitalizzazione realizzati nel corso degli anni tra cui si segnala in quanto inerenti a materiale a stampa antico: Raccolta drammatica consistente nella digitalizzazione di una serie di testi teatrali, in gran parte per musica (libretti) della Raccolta Corniani Algarotti; Monografie digitalizzate  Progetto Di.Re (Digital Recovery) relativo a  opere prevalentemente letterarie di autore italiano dell'Ottocento e del  Novecento, pubblicate a Milano e in Lombardia, nonché romanzi popolari di autori italiani dello stesso periodo; Legature , galleria di immagini delle legature storiche di maggior pregio (113) di volumi della Braidense, dal XV al XVII secolo.

Biblioteca digitale, Accademia delle scienze di Torino
Progetti di digitalizzazione di opere  conservate presso la biblioteca, sviluppato insieme all'Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze, al fine della consultazione on-line di   importanti opere a stampa di argomento scientifico di scienziati piemontesi e italiani  e alla fruizione di documenti rari e  in precario  stato di conservazione.

Biblioteca digitale del libro antico, Università di Torino
Attualmente  è consultabile parte della  "collezione teatrale" della Biblioteca centrale della Facoltà di lettere e filosofia dell'Università di Torino, alla versione full text dei quali si accede anche dal  sito della Biblioteca della Facoltà di lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Torino (cfr. OPAL Libri antichi ). Nella ricerca è possibile interrogare per editore/tipografo nonché usare come filtro la data di pubblicazione; sono disponibili indici relativi a  autori, editori, titoli, opere, cronologia.

OPAL Libri antichi,   Biblioteca centrale della Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Torino
Biblioteca digitale specialistica che dà libero accesso a  edizioni originali suddivise in  tre  sezioni: Teatro italiano del XVI e XVII secolo (circa 1083 testi teatrali italiani appartenenti alla Collezione Teatrale della Biblioteca di Lettere e Filosofia); Narrativa italiana del Seicento (circa  329  opere di narrativa italiana minore); Miscellanea di testi di generi diversi  (circa  8225 miscellanee  di autori italiani e stranieri, con prevalenza del Settecento e dell'Ottocento). La ricerca è possibile sia attraverso un elenco generale delle 9637 opere attualmente disponibili, che  attraverso una  maschera di ricerca che prevede campi anche per stampatore, luogo e anno di pubblicazione. Nella sezione miscellanea l’ordinamento dei testi ha un filtro ulteriore che li raggruppa in soggetti tramite un thesaurus disponibile in linea. Vi sono altri due filtri per raggruppare le opere attraverso le opzioni “illustrato” “non illustrato” ed il fondo storico di provenienza.

Biblioteca digitale Tesauro: digitalizzazione di Seicentine
Collezione di libri antichi in formato elettronico realizzata dalla Rete Tesauro, che collega la Liguori Editore con l’ICCU e le biblioteche patner   nell'ambito del "Progetto Tesauro- Tecnologie informatiche applicate al patrimonio antico a stampa", finanziato dal MURST (oggi MIUR) nell’ambito del Programma Parnaso. Al momento comprende 200 seicentine (scelte tra quelle possedute dalle biblioteche  Angelica di Roma, Nazionale  Vittorio Emanuele II di Roma,  Nazionale Vittorio Emanuele III di Napoli e  Marciana) digitalizzate  e acquistabili on line sia in formato eBook che come ristampa anastatica. E' invece liberamente consultabile il catalogo delle stesse con accesso alla scheda e alle immagini digitalizzate del frontespizio e delle prime tre pagine. LaBiblioteca Digitale Tesauro è integrata con SBN mediante l'OPAC-D, catalogo nazionale delle opere digitalizzate, così da consentire l'accesso alla scheda catalografica di ciascun libro sia attraverso Retetesauro.net, sia attraverso il sito di SBN.

[pagina creata: 06-08-2004 - ultima modifica: 12-02-2013]