Distribuzione di materiale a scaffale chiuso

Le collezioni a scaffale chiuso sono identificate sul catalogo SEARCH dalla dicitura [scaffale chiuso] in coda alla localizzazione, ad esempio:
      Pisa - Capitano   Biblioteca Barbi [Scaffale chiuso]   Misc. Ba. 046.31
      Pisa - Capitano   Magazzino [scaffale chiuso]   190 K16 H465 EG

Per il materiale archivistico, non ricercabile tramite SEARCH, vedi Manoscritti e documenti d’archivio.

 

Modalità di richiesta

Per consultare il materiale a scaffale chiuso, la richiesta deve essere inviata direttamente tramite SEARCH compilando, previa autenticazione, il modulo che si apre dal link Prenotazione libri in prestito, a scaffale chiuso o tra sedi nella sezione Lo trovi in della visualizzazione completa del record.

Per tutti gli altri dettagli vedi la guida Prenotazione di un documento: guida all'uso.

Il materiale a scaffale chiuso è prenotabile solo se non vi sono altre copie disponibili a scaffale aperto. Se hai comunque necessità di consultare una specifica copia a scaffale chiuso, puoi rivolgerti al bancone del primo accesso.

Il materiale collocato al Deposito librario (identificato in catalogo dalla dicitura Magazzino) viene prelevato due volte a settimana.

 

Ritiro del materiale

Quando la copia richiesta è pronta per il ritiro, riceverai una notifica di disponibilità per email e potrai ritirare il materiale richiesto presso il bancone del primo accesso della sede Capitano.

In attesa del primo ritiro, il materiale rimarrà sullo scaffale delle prenotazioni per 6 giorni, trascorsi i quali verrà ricollocato.
Se non puoi recarti in Biblioteca in questo intervallo di tempo, puoi chiedere di prorogare la data di scadenza della richiesta scrivendo a prestitobib@sns.it.

 

Prestito locale e in sala di lettura

Tutto il materiale a scaffale chiuso può essere consultato in sede presso il Palazzo del Capitano tramite il prestito in Sala di lettura, di durata variabile a seconda della tipologia di materiale.

Per le collezioni Rari e Antichi e Magazzino Rari il prestito in Sala di lettura costituisce l’unica forma di fruizione consentita, mentre per le altre collezioni a scaffale chiuso è prevista anche la possibilità del prestito locale, qualora l’utente ne abbia diritto, in base alla policy delle singole copie. 

 

Manoscritti e documenti d’archivio

L'accesso ai manoscritti e documenti d'archivio (cartacei e digitalizzati) deve essere espressamente autorizzato dal Bibliotecario direttore o da un suo delegato. È necessario quindi presentare una domanda di accesso indirizzata al Bibliotecario direttore firmata in originale, contenente l'indicazione dei dati personali del richiedente, l'oggetto e le finalità della ricerca che si intende svolgere.
Per gli studenti universitari la richiesta deve essere accompagnata da una lettera di presentazione del docente che ne segue la ricerca.

Ottenuta l'autorizzazione, valida per tutta la durata della ricerca, l'utente deve di volta in volta compilare la richiesta di consultazione con l'indicazione dei pezzi richiesti.

Per la consultazione degli archivi dichiarati di interesse storico l'autorizzazione deve essere richiesta alla Soprintendenza Archivistica per la Toscana.